Letterine



Caro Gesù, non ti chiedo la luna: vorrei solo saper parlare un poco meglio, una padronanza di lessico che esuli dal tran tran delle parole quotidiane, una traduzione dei propri pensieri che non inciampi nel tentennamento o nel tartagliamento emozionale, una sicurezza linguistica che trasudi anche dai monosillabi. E per favore, non tirare in ballo la storia che ci vuole allenamento, possibilmente con altri esseri viventi. Uno può anche voler fare bei discorsi così, per se stesso. A tu per tu col proprio specchio/io. E comunque: entro l'anno prossimo possibilmente. Se poi riesci a trovare un buco tra un impegno e l'altro, puoi anche rateizzarmi il favore, diciamo metà per Ferragosto, metà per Natale. Fa come ti viene meglio, però non stare a gingillarti in giro. Ché mi sto scoloranimando.




P.S. Rispondi, è INPO.



Nessun commento:

Posta un commento