Piccole raccolte tardive di un amore qualunque

Molti mesi fa, il mio fidanzato mi ha prestato un libro di avventura molto famoso (di avventura?). E io, compitamente, gli ho promesso di leggerlo nonostante abbia gusti diversi. Sospettosa e malfidata seppur apprezzando il gesto, l'ho guardato di traverso per lungo tempo, facendo finta di non vederlo quando mi capitava tra le mani, e assumendo tra me e me una certa aria supponente. Fino ad oggi. In cui l'ho finalmente aperto. L'esergo recita così.




E insomma, io mi sono commossa.

Nessun commento:

Posta un commento