E siccome pare che quest'anno...



.. i film candidati agli Oscar si siano tenuti decisamente su un profilo raso terra, dopo aver visto  sia The Iron Lady, che lascia troppe ombre sulla vita della Thatcher riempiendola con aneddoti sulla demenza senile, sia Paradiso amaro che tratta certi argomenti con una superficialità e un' inverosomiglianza imbarazzante, confermo e sottoscrivo di esser contenta che il film dell'anno sia The Artist, che se non altro brilla per originalità e freschezza.


Una cosa però è certa: io Meryl Streep, la guarderei recitare anche il regolamento del condominio. E le chiederei pure il bis.



6 commenti:

  1. eh sì, Bruno Ganz ha interpretato l'omino coi baffi, Meryl Streep ha interpretato questa qui: due grossi dispiaceri, ma un attore, un'attrice, li si può capire. Forse il film sulla Thatcher bisognava lasciarlo fare a Ken Loach...

    RispondiElimina
  2. Eh, anche Bruno Ganz meritava veramente, hai ragione. E anche per quanto riguarda Loach, speriamo per il futuro. E speriamo non si tratti della vita di Angelina Jolie :D

    RispondiElimina
  3. adoro Meryl!! ma questo film non l'ho visto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'unica ragione per guardarlo è Meryl, per il resto puoi dormire sonni tranquilli anche se non lo vedi :D

      Elimina
  4. io non sono cinefilo (neppure cinofilo se è per questo) però confermo che meryl me piasce eccome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piascere è la virtù dei buoni intenditori (Anonimo finito in miseria) :D

      Elimina