In confronto, il regista di Sliding doors è un dilettante





Quando Dio distribuiva il permesso di  scrivere romanzi con frasi lunghissime senza far cascare il latte alle ginocchia, in fila non c’era solo Saramago. Con lui c’era anche Marìas.

Quindi, superato lo sgomento, dovuto alla prospettiva che ci sia, non uno, ma almeno due scrittori, nei confronti dei quali, dovete armarvi di santa pazienza, leggere con calma, tornare indietro se occorre, puntare il ditino sulla parola esatta, ogni volta che alzate lo sguardo dal libro per paura di perdere il segno, sappiate che dovete poi prepararvi a un compito ben più arduo.

Entrare con tutt’e due i piedi nel regno delle possibilità.

Vi ricordate il film “Sliding doors” dove si ipotizza che l’accadimento o meno di un fatto banale, porti a vivere due vite completamente diverse? Bene, bambinate!!!

Marìas fa esageratamente di più.

Lungo tutto il libro assisterete non soltanto all’esposizione di un ventaglio di ipotesi possibili per ogni azione, a seconda che questa avvenga o meno, ma anche alle possibili infinite trame causate da ognuna di queste possibilità.

Ma la cosa eccezionale, quasi sovrumana, è che mentre noi ci facciamo in quattro per non perdere il segno all’interno di una sua frase, Marìas invece non perde mai il filo delle sue elucubrazioni, anzi! Credo che quasi si diverta a esaurire tutte le alternative potenzialmente probabili.

E la cosa altrettanto incredibile è che, nonostante la lettura per niente distensiva, la trama quasi inesistente, perché vi ricordo che appunto si tratta del dipanarsi di trame possibili, ma non garantite nel verificarsi,  Marìas è in grado di tenervi col fiato sospeso proprio per questo.

Non per la fine della storia, ma per scoprire a fine libro, qual è l’unica possibilità certa, quella definitiva.

E udite, udite!! Scoprirete che non è detto che sia compresa nella rosa delle possibili alternative che avete osservato concretizzarsi lungo tutta la storia. 

In fondo non è altro che un elogio alla coincidenza e alla possibilità che oggi,mentre buttate la spazzatura, possiate o tornare a casa dopo 5 minuti, o cambiare la vostra vita per sempre. 

Chi lo sa!



* Di Marìas ho letto anche: 

Nessun commento:

Posta un commento