Sulla differenza tra "amanti" e "Amanti"







"C'è una scena in tutti i serial TV che mia madre guarda ogni giorno dopo pranzo. L'uomo sposato s'annoda la cravatta in piedi accanto al letto dell'amante, le dà un bacio in fronte e se ne va; lei resta discinta sul giaciglio sfatto a fissare triste la porta che gli si è chiusa alle spalle. Molto spesso si abbraccia le gambe e poggia il mento sulle ginocchia, sempre pudicamente coperta dalle lenzuola. Ecco: con Carlo, in undici anni non è mai stato così. Prima di salutarmi, anche quando è di fretta, si prende sempre il tempo di passare dal letto al divano o in cucina, o sul balcone, in un luogo insomma, che non sia quello del piacere, per dar modo anche a me di rivestirmi, o almeno indossare una vestaglia. Per bere un caffè, scambiare due chiacchiere, ridere insieme. Non mi sembra poco. "

[Eva dorme, Francesca Melandri]

1 commento: